fondazione

Le grandi trasformazioni che sta vivendo il movimento del credito cooperativo ad ogni livello, ma anche provinciale; la sempre più coinvolgente globalizzazione, la crisi economica sia a livello locale che nazionale ma anche di molti paesi europei, unitamente alla sempre maggiore volatilità dei mercati mondiali; la accentuata evoluzione nei costumi, negli stili di vita, nell’invadenza delle tecnologie, ed ancora l’emergere di economie sempre più aggressive e ben poco rispettose di regole comportamentali e della tutela dei diritti fondamentali dei lavoratori, impongono uno sforzo straordinario di rigorosità ed adeguamento, nell’esercizio delle proprie attività, ad ogni livello.

Anche il più piccolo degli sportelli Bcc-Cra, in ogni istante, si misura con ciò che accade in ogni angolo del pianeta.


Le Banche di credito cooperativo – Casse Rurali sono quelle che si manifestano come le più vicine alla gente, in uno sforzo straordinario di supporto e d’accompagnamento in particolare delle situazioni che hanno bisogno di trovare un prezioso sostegno per uscire dalle difficoltà, ma anche nel supporto quotidiano ad tessuto economico, soprattutto delle piccole e medie imprese, che nel nordest non vogliono arrendersi ed anzi hanno ancora la forza di scommettersi e di scommettere.


Le Banche cooperative trevigiane che operano nel territorio, e del quale sono genuina espressione, hanno sentito la nuova esigenza di fare squadra, di dialogare, di condividere alcuni obiettivi comuni, insomma di fare insieme alcune cose, semplici ed importantissime insieme, utili per la collettività.
Ed hanno intrapreso un percorso che le porterà lontano, pur nella rigorosa autonomia operativa, nel pieno rispetto delle regole del libero mercato.

 

INSIEME PER DARE DI PIU’